Booktag

#booktag: dalla A alla Z

Per fare qualcosa di diverso dalla solita recensione, oggi vi propongo le mie risposte a questo tag che ho scovato sul blog di Inside A Book. Se vi va, fatemi sapere le vostre risposte in un commento o in un post sul vostro blog!

Un autore con la A maiuscola (quello di cui hai letto più libri).

Haruki Murakami: ho letto tutti i suoi romanzi e racconti con l’eccezione di “Kafka sulla spiaggia” e del suo nuovo romanzo che non é ancora stato tradotto in italiano.

Bevo responsabilmente mentre leggo.

Quando leggo bevo solo té, caldo d’inverno e freddo d’estate, rigorosamente fatto in casa e senza zucchero, meglio ancora se accompagnato da frutta o biscotti.

Confesso di aver letto…

La saga di Twilight. Mi ero appassionata alla serie perché una mia amica mi aveva prestato il primo libro, poi ho cambiato gusti e ho venduto i libri quando ho traslocato. Altri guilty pleasures sono Tutta colpa delle stelle di John Green e I love shopping di Sophie Kinsella.

Dovrei smettere di…

Aggiungere senza sosta titoli alla mia lista di libri da leggere, perché in questo modo la lista è sempre lunghissima e mi mette ansia. Però è un’impresa difficile, da quando  ho cominciato a seguire così tanti blogger che scrivono di libri interessanti.

E-Reader o cartaceo?

Credo che entrambi abbiano i propri vantaggi. I libri cartacei mi danno l’impagabile sensazione di sentirmi a casa, e in questo senso l’e-reader é decisamente poco romantico… Ma così pratico in viaggio! Lo uso anche per motivi di spazio e per leggere libri carini di cui peró non voglio possedere l’edizione cartacea.

Fangirl impenitente di…

Outlander di Diana Gabaldon perché secondo me è scritto molto bene e mi piace personaggio di Claire Randall/Fraser.

La mia reazione dopo aver letto Outlander.

Genere preferito e genere che di solito non leggi.

Amo i classici, i romanzi storici e i saggi. Mi piacciono anche i fantasy, ma dopo aver letto e adorato Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono diventata molto più schizzinosa e difficile da accontentare, anche per colpa degli stereotipi fin troppo ricorrenti in questo genere. Invece non leggo mai gialli, thriller e horror.

Ho atteso a lungo per…

The Winds of Winter. E a quanto pare mi toccherà aspettare ancora parecchio. 

In lettura al momento

“Casa Howard” di Edward Morgan Forster e “Il cavaliere dei sette regni” di George Martin.

Luogo preferito per leggere.

Seduta in uno dei miei caffé preferiti, accoccolata in poltrona o sotto il piumone. Bonus con compagnia felina, se c’é un camino acceso o se fuori sta piovendo!

Miglior prequel di sempre.

L’unico che mi viene in mente é Lo Hobbit di Tolkien, anche se non l’ho ancora letto.

Non vorrei mai leggere…

La serie di Cinquanta sfumature di grigio/nero/arancione a pallini viola.

Once more: un libro che hai riletto tante volte, ma rileggeresti ancora.

Harry Potter: ormai ho perso il conto di quante volte ho riletto i libri, sia in italiano che in inglese.

Perla nascosta: un libro che non ti aspettavi fosse tanto bello.

A rischio di essere ripetitiva: Outlander mi ha sorpreso parecchio.

Questioni irrisolte: un libro che non sei riuscita/o a finire.

Di recente avevo cominciato Eccomi di Jonathan Safran Foer, ma non sono riuscita a superare le prime venti pagine. Un vero peccato, perché considero Ogni cosa è illuminata uno dei miei romanzi preferiti. Un altro che non ho mai finito è On the road di Jack Kerouac, che ho trovato semplicemente noioso.

Rimpianti letterari: serie interrotte o libri perduti che non potrete finire di leggere.

Una volta prestai un libro di racconti di Turgenev che non mi è mai più tornato indietro. Per fortuna l’avevo già letto, ma da quella volta ho smesso di dare i miei libri in prestito. 

Serie iniziate e mai finite.

La serie di Laurell K. Hamilton su Anita Blake perché è lunghissima e a un certo punto le storie di vampiri hanno smesso di piacermi.
La saga della Spada della Veritá di Terry Goodkind perché comprende una ventina di libri di oltre mille pagine ciascuno. No grazie.

Tre dei tuoi antagonisti preferiti.

Lord Henry Wotton (Il ritratto di Dorian Gray), Long John Silver (L’isola del tesoro) e Tywin Lannister (Le cronache del ghiaccio e del fuoco).

Un appuntamento con… (personaggio).

Aramis, Edmond Dantes, Bendetto di Molto rumore per nulla e Charlie Weasley perché studia i draghi ed é un asso del Quidditch. Ho detto tutto.

Vorrei non aver letto…

La ragazza del treno e Harry Potter and the Cursed Child, un libro inutile.

Zanna avvelenata: quel finale che proprio non ti è andato giù.

Il finale de Il racconto dell’ancella, e il fatto che il libro per il resto sia così bello non aiuta di certo a digerire la delusione. Un altro bel libro con un finale che non ho capito è La scopa del sistema di David Foster Wallace.


Photo by rawpixel.com on Unsplash

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...